Miscellanea Taparelli

Nuovo

Raccolta di studi in onore di Luigi Taparelli D'Azeglio S.J. nel primo centenario della morte

di AA.VV.

Analecta Gregoriana 133

1964, pp. 536

Il 21 settembre 1962 si compirono cento anni dalla morte del P. Luigi Taparelli d’Azeglio della Compagnia di Gesù. 

Altri dettagli

25,00€

Altre informazioni

Raccolta di studi in onore di Luigi Taparelli D'Azeglio S.J. nel primo centenario della morte

di AA.VV.

Analecta Gregoriana 133

1964, pp. 536

Il 21 settembre 1962 si compirono cento anni dalla morte del P. Luigi Taparelli d’Azeglio della Compagnia di Gesù. Ricopriva allora la carica di Superiore e Direttore della Civiltà Cattolica, il periodico dei gesuiti italiani al quale aveva dedicato gli ultimi dodici anni della sua vita, dopo averlo tenuto a battesimo nel 1850. Chiudeva gli occhi nel Collegio romano, centro di studi fondato da S. Ignazio di Loyola ed illustrato in tre secoli da uomini insigni nelle scienze sacre ed umane e del quale egli stesso era stato il primo Rettore, quando Leone XII, nel 1824, lo aveva restituito alla Compagnia di Gesù. Questa coincidenza di luogo era l’espressione di una continuità spirituale e di pensiero unificatore che aveva caratterizzato tutta la sua vita. Rettore del Collegio romano, P. Taparelli non era stato soltanto coscienzioso dirigente di un Istituto che raccoglieva per gli studi umanistici il fiore della gioventù romana, e per le scienze sacre gli alunni dei Seminari di tutto il mondo, ma soprattutto un pioniere e capo di un movimento che doveva imprimere un indirizzo al pensiero cattolico. Eredi e partecipi delle ricchezze intellettuali e morali di questa figura di uomo di scienza e di fede, la Pontificia Università Gregoriana e la Civiltà Cattolica hanno voluto commemorare degnamente il compiersi dei cento anni dalla sua morte.

30 altri libri nella stessa collana