Search (2016 products)

Autore

Titolo

Categories

Argomento

Anno di pubblicazione

Prezzo

Between 
and 

Archivum 2013 Vol. 51

Online only

13 - Johan ICKX, La "Bibliografia dei Papi" tra il 1993 e il 2000 - pp. 191-195

New

Johan Ickx

La “Bibliografia dei papi” tra il 1993 e il 2000

Il 18 gennaio 1993 si spense il padre ungherese Pál Arató s.j. Venne
così a mancare l’assiduo collaboratore dell’Archivum Historiae Pontificiae,
che per anni aveva curato la “Bibliografia dei papi”. Chi scrive aveva lasciato
già nell’estate del 1991 i banchi dell’aula della Facoltà di Storia
Ecclesiastica con la licenza in quella disciplina, per poi lavorare in ambiti
economici, turistici e culturali in Italia, per la maggior parte con incarichi
di carattere saltuario e a breve termine. Mi ricordo che avevo preso
la decisione di lasciare la Città Eterna, quando proprio quella sera p. Jos
Janssens mi disse che, da alcuni giorni, p. Paulius Rabikauskas s.j. stava
tentando di contattarmi ma invano, poiché avevo da poco cambiato il
mio numero di telefono. Salii subito al secondo piano del palazzo centrale
della Gregoriana e bussai alla porta della stanza di chi una volta era
il mio decano della Facoltà. P. Rabikauskas, senza perdere tempo, chiese
se potevo venire a dargli una mano perché “aveva bisogno di un aiuto”: la
mia presenza sarebbe stata provvisoria, si sarebbe trattato di un’assistenza
del tutto temporanea per portare a termine il volume lasciato incompiuto
da p. Arató.

More details

9,00€

More info

Johan Ickx

La “Bibliografia dei papi” tra il 1993 e il 2000

Il 18 gennaio 1993 si spense il padre ungherese Pál Arató s.j. Venne
così a mancare l’assiduo collaboratore dell’Archivum Historiae Pontificiae,
che per anni aveva curato la “Bibliografia dei papi”. Chi scrive aveva lasciato
già nell’estate del 1991 i banchi dell’aula della Facoltà di Storia
Ecclesiastica con la licenza in quella disciplina, per poi lavorare in ambiti
economici, turistici e culturali in Italia, per la maggior parte con incarichi
di carattere saltuario e a breve termine. Mi ricordo che avevo preso
la decisione di lasciare la Città Eterna, quando proprio quella sera p. Jos
Janssens mi disse che, da alcuni giorni, p. Paulius Rabikauskas s.j. stava
tentando di contattarmi ma invano, poiché avevo da poco cambiato il
mio numero di telefono. Salii subito al secondo piano del palazzo centrale
della Gregoriana e bussai alla porta della stanza di chi una volta era
il mio decano della Facoltà. P. Rabikauskas, senza perdere tempo, chiese
se potevo venire a dargli una mano perché “aveva bisogno di un aiuto”: la
mia presenza sarebbe stata provvisoria, si sarebbe trattato di un’assistenza
del tutto temporanea per portare a termine il volume lasciato incompiuto
da p. Arató.

.

16 other products in the same category: